Category Archives: User Experience

IA, chatbots e user experience

In questi tempi di vertiginosa diffusione di soluzioni interattive basate sull’intelligenza artificiale, risulta più che mai utile fare una riflessione sull’esperienza utente che alcune di queste soluzioni, quali ad esempio i chatbots, propongono all’utente finale.

Computer World propone questa interessante intervista:

Meet ADP’s ‘business anthropologist,’ putting human thought behind chatbots

[Via Putting People First]

Esperienza utente Apple: dematerializzazione funzionale e integrazione device

Molti produttori di hardware e dispositivi mobili hanno realizzato negli ultimi tempi delle esperienze utente notevoli, si veda ad esempio Huawei con EMUI 5.0

In questi giorni, dopo aver peregrinato fra Linux e Android e averne apprezzato le qualità, sono tornato a Mac e ad una esperienza totalmente Apple.

Ecco, devo dire, che molto del gap di una decina di anni fa è stato colmato, ho trovato anzi alcune esperienze con gnome molto più confortevoli di OS X, ma avevo dimenticato quello che veramente fa di Mac/Apple/OS X un ambiente gradevole, che viene incontro all’utente.

Come anche nella vita spesso quello che conta sono le piccole cose, e nella user experience di mac di piccole cose ne ho trovate tante, qui elenco quelle più preziose:

  1. integrazione Apple Mail – Calendar:  è possibile aggiungere una voce al calendario pescandola direttamente dal testo della mail
  2. integrazione Mac-Iphone: ricevere e inviare messaggi dal mac direttamente tramite iphone non ha prezzo
  3. integrazione Mac -Iphone: telefonare e ricevere telefonate direttamente sul pc è una risparmio di tempo notevole per chi fa lavori di “relazione”

Queste piccole cose riducono notevolemnte i tempi lavorativi, e consentono una migrazione di funzioni tra piattaforme che in altri sistemi diventa difficile.

In questo modo l’utente mac pensa non al device ma alla funzione all’interno del sistema. La funzione telefonia si dematerializza nella fusione dei device. Il telefono ibridizza il pc rendendolo capace di telefonare.

E’ una prospettiva mediatica molto interessante che solo pochi sembrano aver capito.

E’ un peccato perché una piattaforma come Android che per certi versi è molto più evoluta di mac non ha una controparte cosi ben integrata, in un elaboratore o in un altro device che ne consenta la migrazione funzionale e la dematerializzazione.